Archivi tag: arte

Crepuscolare.

Credo che uno dei più grandi rimpianti della mia vita, sia stato aver perso gran parte dei primi istanti di ogni nuovo giorno. La prima luce, i primi rumori. Il primo mattino è quella brevissima parte del giorno in qui … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 6 commenti

” estratto” Respiravo piano, mentre aspettavo.

. L’ attesa è un sentimento che giace in un piccolo spazio tra la mente e il cuore dove trova il suo nutrimento. L’ habitat perfetto, in cui la mente sa dargli l’ equilibrio e il cuore ne tiene viva … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , | 2 commenti

Pensavo che..

In questa piccola fascia oraria, dalle 13 alle 15, quando sono in casa, tendo a lasciarmi andare ad alcune riflessioni non cercate. Piombano addosso come consigli non chiesti, talvolta impetuose e prive di ogni giustificazione o motivo. Deve essere proprio, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | 6 commenti

Seconda.

C’è stato un tempo in cui ciò che era prezioso era deciso dalla terra, non dall’ uomo.   Terra come madre, che seppe dare alla pietra la bellezza, lasciando che fosse li anche solo per essere guardata, per donare anche … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , | 9 commenti

Percorrendo ” L’ altra pelle ” .. Estratto..

… << sosteneva che una qualunque forma forgiata dal metallo, guadagnasse un’ eternità. Sarebbe rimasta sempre la stessa per tante vite. Magari avrebbe opacizzato il suo colore, ma mai la sua tempra; il suo stato originale. Nasceva dal fuoco, non … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , | 4 commenti

Attesa.

… Capire il valore dell’ attesa. Del sapersi fermare, come ad osservare un opera finita e restare a guardarla da angoli diversi. Per vedere come cambia, a seconda della prospettiva. Per cercarne l’ imperfezione prima che la bellezza. Perché l’ … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

Le mani.

Porto le mani al viso. I palmi sfiorano l’olfatto, malato di memoria indelebile. L’odore di polvere e cemento sa di carne consumata e tasche vuote. Di acqua che non ne cancella l’alone, lasciando il biancore che esalta i solchi che … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , | Lascia un commento